Eco-Turismo

Navigando in Internet troviamo spesso luoghi che affermano di essere “ecologici” o che dicono di rientrare nella categoria dell’ecoturismo semplicemente perché hanno fatto una donazione annuale a uno o più parchi nazionali. o forse semplicemente perché differenziano i loro rifiuti. Beh, questo non basta. Noi non navighiamo solo sul web, ma viviamo qui a Watamu, e sappiamo per certo che accanto al maggior numero di aziende serie e oneste ci sono anche alcune che si dichiarano “ecologiche” con un trucco., e altre che non si dichiarano ecologiche e che in effetti non lo sono per niente.

Costruiscono enormi strutture con tonnellate di cemento, che richiedono centinaia di kW di elettricità per la loro aria condizionata o per i loro boiler elettrici, che necessitano di rumorosi e fumosi generatori diesel. Hanno bisogno di diversi camion al giorno di acqua pulita per le loro attività, questo lascia spesso i centri urbani vicini in una permanente stato di carenza di acqua. Riempiono la loro piscina con tonnellate di cloro (si può immaginare dove il cloro va quando si pulisce la piscina?) E le loro acque nere sono spesso disperse in pozzi neri che scaricano lentamente attraverso il terreno direttamente nel mare.

Non è questo il nostro modo di costruire e di vivere. Vi invitiamo a venirci a trovare quando volete per verificare direttamente con i vostri occhi ciò che facciamo, e l’approccio che abbiamo avuto fin dall’inizio per il nostro Lodge. Vi offriamo tra più alti standard sulla costa, ma non per questo ci si dimentica che noi, e voi pure, non siamo altro che ospiti tra le persone di Watamu. E così noi li rispettiamo.

Prendiamo il nostro approccio per l’acqua come un esempio. Ci piace pensare che ci sono 5 diversi tipi di acqua:

  • Acqua potabile (naturalmente!) Viene prodotta direttamente con dissalatori di ultima generazione dall’acqua del mare. Questi dissalatori abbattono il consumo di energia eletrica dell’80%. Quindi la nostra presenza sulla costa non sottrae alle popolazioni locali una risorsa primaria, l’acqua potabile viene gestito attraverso un circuito separato, e l’eccesso confluito nelle cisterne per l’irrigazione.
  • L’acqua molto salata che risulta dal processo di dissalazione viene utilizzata per la piscina, dove un clorinatore disinfetta l’acqua, senza alcuna aggiunta chimica.
  • L’acqua piovana di tutti i tetti viene raccolta in capienti cisterne e utilizzta per l’irrigazione del giardino.
  • L’Acqua calda si ottiene senza l’utilizzo di energia elettrica dal momento che è prodotta attraverso pannelli solari posti sui tetti del Lodge.
  • Le Acque nere, NON vengono disperse in pozzi neri, ma trattate senza l’utilizzo di energia elettrica, e le acque grigie risultanti ossigenate attraverso un processo di fitodepurazione tornano come vapore nell’atmosfera

Anche per l’energia elettrica abbiamo utilizzato lo stesso approccio senza compromessi. Parte dell’energia elettrica utilizzata viene prodotta da un generatore eolico e da pannelli solari. La combinazione di questi due elementi permette di avere una discreta produzione di energia durante le 24 ore, e anche in giornate piovose. Di notte e quando piove il generatore eolico da il meglio di se, mentre di giorno fino a metà pomeriggio i pannelli solari producono senza sosta. Come per le acque anche per l’Energia elettrica abbiamo più tipi di circuiti.

  • Quello collegato al sistema di energia rinnovabile, serve a alimentare tutte le luci delle camere, le luci esterne, ma alimenta anche i frigoriferi e i congelatori del ristorante. In questo modo, pur non avendo generatori di corrente a gasolio, la corrente elettrica “importante” al Lonno Lodge non manca mai.
  • Il circuito classico, alimenta tutto il resto, ed è collegato alla Kenya Power.

Ma parafrasando un vecchio detto, si potrebbe dire che “la prima energià prodotta è quella risparmiata”:

  • Abbiamo prestato la massima attenzione alla corretta posizione e orientamento del Lonno Lodge rispetto al sole.
  • Abbiamo usato muri di doppio spessore rispetto al normale modo di costruire “locale”, evitando dove possibile l’uso del calcestruzzo, come nelle vecchie costruzioni, il calcestruzzo è un ottimo conduttore di calore, mentre i blocchi di corallo sono un buon isolante. Abbiamo privilegiato l’utilizzo di calce dove possibile per un migliore isolamento termico e la traspirazione dei muri.
  • Il Lodge ha il giusto numero di piccole finestre nella giusta posizione per facilitare la circolazione naturale della brezza marina, evitando che il sole entri a trasformare i pavimenti in termosifoni.

Tutto questo ci ha permesso di avere camere fresche, ventilate evitando la necessità di aria condizionata. Non se ne sente proprio il bisogno, quando si è ospiti al Lonno Lodge!

La cosa importante, di cui andiamo fieri, e che di tutto questo lavoro, nessuno se ne accorge, perchè ecologico non vuol dire privarsi delle comodità, per vivere stile “Robinson”.

Ora tocca a voi, verificare di prima mano ciò che il nostro Lodge sta facendo rispetto ad altri resort.